Hai aperto la tua attività, hai realizzato un sito, hai pensato ai prezzi, alla logistica, hai creato una vetrina piena zeppa di prodotti interessantissimi.

E dopo qualche tempo i primi clienti iniziano a farti visita, a interessarsi a te, a ciò che fai.

E arrivano i primi ordini.

Sei felice, contento, quasi certo di aver trovato il modo perfetto per realizzare l’attività di successo che hai sempre desiderato.

Solo che, passato il primo momento di euforia e conclusi i primi accordi, i clienti non tornano e tu ti stai chiedendo dove diavolo hai sbagliato e perché non hanno pensato a te per il loro secondo acquisto.

Niente paura, probabilmente non avevi ancora letto questo post che ti porterà a conoscere il modo più giusto – e veloce – per fidelizzare i tuoi clienti sul web e non permettergli di dimenticarsi di te.

Quali sono le situazioni da sfruttare?

Un cliente che ha già acquistato da te conosce l’azienda e i tuoi prodotti: le probabilità che lui torni da te sono buone, se tu sei stato in grado in passato di dimostrargli quanto vali.

Ma cerchiamo di dargli un aiutino e portarlo di nuovo sulla tua strada.

Se vuoi che lui si ricordi di te, devi essere presente (ho detto “presente”, non “pressante”) nella sua mente. Fatti vivo ogni tanto, cerca di “capitare” a tiro nel momento giusto, rendilo partecipe delle nuove attività della tua azienda, tienilo aggiornato e coinvolgilo in quello che fai.

Il tuo nome deve essere presente e visibile: investi in pubblicità e fai in modo che lui ti veda.

Dovrà leggerti sui giornali, osservarti sui cartelloni pubblicitari, ritrovarti nelle pagine Internet: insomma, il tuo marchio dovrà diventare per lui abitudine.

Come fidelizzare gli utenti attraverso il web

Non aver paura di chiedere un parere.

I nostri clienti sono lo strumento più utile di miglioramento: invitali a farti presente le cose che li hanno lasciati soddisfatti, ma più di tutto ciò che invece li ha delusi.

Chiedi loro: “se potessi tornare indietro nel tempo, cosa cambieresti del nostro primo incontro?”

Ti aiuterà a prepararti quando ritroverai quello stesso cliente nuovamente sulla tua strada.

Attua il cambiamento e fagli presente dei cambiamenti che hai apportato alla tua attività; poi chiedigli di tornare da te per una seconda prova.

Soddisfatto o rimborsato.

Conosci il tuo pubblico.

Se il cliente si sente capito, compreso, accolto e seguito nelle sue esigenze, si troverà a suo agio nel dialogare con te.

Fagli capire che lo ascolti e che farai il possibile per rispondere alle sue richieste; nel momento del bisogno, rivolgersi a te sarà un po’ come tornare a casa.

Per questo, potrebbe essere utile realizzare un archivio dove annotare preferenze e simpatie, ma anche eventuali problemi affrontati in passato con ogni singolo cliente: quando si presenterà alla tua porta, potrai mostrarti più sicuro nel discutere degli argomenti più ardui e non ti sentirai impreparato o colto alla sprovvista.

Un piccolo regalo, come uno sconto o un privilegio, può essere un modo davvero efficace per recuperare clienti persi nei meandri del web.

Non si tratta di doni disinteressati – non siamo certo una Onlus che fa beneficenza – anzi, con un piccolo omaggio stiamo in realtà “comprando” il cliente.

Non è necessario investire grandi risorse: gli esseri umani sono facilmente abbindolabili, anche con piccole cose.

Se il tuo cliente sa che gli sta regalando un “valore”, e che lo stai facendo perché tieni a lui e vuoi fargli un regalo, in un certo senso, inconsciamente, si sentirà in dovere di sdebitarsi in qualche modo: in questo caso, quindi, acquistare un tuo prodotto dopo averne ricevuto uno in omaggio per lui sarà quasi un piacere.

Gli permetterà di mettere a posto la propria coscienza.

Come fidelizzare gli utenti attraverso il web

Siamo ormai nel 2020 e abbiamo a disposizione decine di strumenti.

Usiamoli!

L’email marketing automation, per esempio, è uno dei tool ultimamente più in voga che ti permette di mantenere un contatto diretto e costante con i tuoi clienti.

Crea messaggi personalizzati e mirati, offri sconti, promozioni, richiama all’attenzione il tuo cliente, ricordagli che ci sei e presenta quel prodotto nuovo che quando vi siete incontrati non c’era e che magari adesso potrebbe essergli utile.

Invita il tuo cliente a una prova: mostrati sicuro nel presentare gli aggiornamenti della tua attività e fagli credere che quell’ultimo innovativo prodotto è stato pensato apposta per lui.

In parole povere: fallo sentire speciale.

Il detto “chi più spende meno spende” può essere vero se permettiamo anche ai nostri clienti di avere un ritorno economico in base agli acquisti effettuati sul nostro sito.

Molto spesso, infatti, si acquista di più perché, così facendo, si ottiene un privilegio maggiore.

È il discorso fatto da molti supermercati, per esempio, o dalle attività online in genere: al raggiungimento di una certa quota di spesa queste regalano buoni sconto o omaggi per premiare la fedeltà e la fiducia dimostrata dai clienti alla stessa azienda.

Lasciando un coupon per un acquisto successivo, si obbliga il cliente a tornare da noi per “non perdere” lo sconto ricevuto.

Un po’ come regalare il costo della spedizione oltre una certa soglia di spesa: le statistiche ci dicono che per risparmiare pochi euro di spedizione, un cliente acquista in media circa il 40% in più di prodotti.

Si dice che mantenere un cliente sia di gran lunga più difficile che acquisirne di nuovi.

E questo in parte è vero.

Ma è vero perché non si sa bene esattamente cosa fare per incentivare il ritorno dei visitatori sulla nostra attività online.

Bastano però piccoli accorgimenti per portare i tuoi clienti a fare ritorno da te per un secondo (e terzo, e quarto) acquisto: tu sei pronto ad accoglierli?

Sara Iannone

(Visited 7 times, 1 visits today)

1 Comments

  1. Pingback:Trend marketing, di cosa stiamo parlando?

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *